Pubblicato in: blogtour, Fanucci, Libri

La casa di sale e lacrime – Blog Tour: l’opera dalla A alla Z

Buongiorno amici lettori e buon giovedì,
oggi il blog ospita una tappa del blog tour dedicato a La casa di sale e lacrime, romanzo d’esordio di Erin A. Craig.
Voglio subito ringraziare Ylenia di Cronache di Lettrici Accanite per aver organizzato l’evento, e la casa editrice Fanucci per avermi permesso di leggere il libro in anteprima.

Titolo: La casa di sale e lacrime

Autore: Erin A. Craig

Editore: Fanucci

Collana:  Young adult

N.Pagine: 324

Genere: Fantasy

Trama


Annaleigh conduce una vita riservata e isolata a Highmoor nella casa di famiglia sulle coste rocciose di Salten, con le sorelle, il padre e una matrigna. Un tempo erano dodici, ma ora un inquietante silenzio rimbomba nelle grandi stanze, dopo che quattro vite sono state interrotte. Ogni morte è stata più tragica della precedente: un’epidemia, una caduta fatale, un annegamento, un tuffo insidioso… E nei villaggi circostanti corre voce che la famiglia sia stata maledetta. Ossessionata da una serie di visioni spettrali, Annaleigh è sempre più convinta che le morti non siano state solo un incidente. Tutte le notti fino al sorgere del sole le sue sorelle partecipano di nascosto a balli scintillanti, strette in eleganti abiti di seta e scarpine luccicanti, e Annaleigh non sa se cercare di fermarle o unirsi ai loro appuntamenti segreti per scoprire cosa sta succedendo. Perché con chi, o con cosa, stanno davvero ballando? Quando il coinvolgimento di Annaleigh con un misterioso ed enigmatico sconosciuto si intensifica, dandole nuovi elementi per scoprire la verità su ciò che sta distruggendo la sua famiglia, inizia una corsa contro il tempo per sciogliere l’oscuro enigma che coinvolge le sue sorelle, prima che venga rivendicata la prossima di loro.


L’8 agosto uscirà la mia recensione completa, ma oggi sono qui per parlarvi

dell’opera dalla A alla Z:

✿ A ✿

AMORE: i temi del romanzo sono molteplici, ma l’amore è uno dei più presenti e importanti. Non si parla solo di amore romantico, il romance è presente ma l’autrice è stata abile a dare il giusto spazio alla love story, senza far girare tutto intorno ad essa. Troviamo amore tra sorelle (che a tratti mi ricordava ”Piccole Donne”), amore di un padre per le sue figlie, amore per gli amici di infanzia, amore per la natura e gli animali.

APPASSIONANTE: la casa di sale e lacrime è una lettura capace di catturare l’attenzione del lettore sin dalle prima pagine: c’è mistero, fantasy, soprannaturale, suspense e horror, tutto mescolato accuratamente. La storia è piacevole da leggere e molto scorrevole.

✿ B ✿

BALLO: la caratteristica che ho scelto per la lettera B è il tema del ballo, perchè la cultura della società presentata nella storia è fortemente legata alle danze, che vengono viste come dei veri e propri eventi mondani, attesi e sognati dalle giovani fanciulle di buona famiglia. Ovviamente noi non siamo abituati ai balli lenti, con costumi sfarzosi e preparativi che durano giorni, con prove abito e vestiti su misura, ed è elettrizzante vedere queste caratteristiche con gli occhi di otto ragazze diverse; ti fa immergere nei colori delle stoffe e nelle lussuose sale da ballo, in attesa che qualche giovane ti inviti per il prossimo valzer. All’inizio l’atmosfera è da sogno, perfetta, ti porta lontano e ti fa provare quella gioia leggera, che tutti abbiamo provato da adolescenti; ben presto però, capiremo che c’è qualcosa di strano e oscuro che si contrappone ai momenti di serenità dei balli, qualcosa che rischia di mettere in pericolo tutte le giovani sorelle.

✿ C ✿

COLORE: è bellissimo notare la contrapposizione dei colori brillanti e vivaci delle ambientazioni, e dei vestiti delle sorelle (ognuna è caratterizzata da tonalità ben precise e qui potete trovate la tappa specifica del blog tour catillbooks), con le atmosfere buie e dark, insieme alle nuance di nero. grigio e viola degli abiti del lutto.
I colori creano una specie di dualismo/contrapposizione che contrassegna l’intera storia, creando sfumature interessanti da ricercare tra le pagine.

✿ D ✿

DODICI: era il numero delle sorelle nella famiglia Thaumas. L’autrice ha preso spunto da ”Le dodici principesse danzanti”, fiabe dei fratelli  Grimm.

DOLORE: D come dolore. Una sofferenza costante, una lacerazione interna che non si chiuderà mai, causata da ben cinque lutti in sei anni. Una disperazione e un’angoscia comprensibili soltanto da chi ha perso le persone più amate.
Emozioni orrende, scritte in maniera profonda, tanto da far accapponare la pelle.

✿ E ✿

EMOZIONI: belle o brutte che siano, la casa di sale e lacrime vi farà provare intense emozioni, merito anche della brillante traduzione a cura di Giorgia De Santis.

EMPATIA: è impossibile non provare empatia verso la protagonista Annaleigh, una ragazza che è stata costretta a crescere velocemente per occuparsi delle sue sorelle minori, una giovane donna che ha provato sofferenze indicibili ma che, nonostante tutto, non ha mai perso la voglia di andare avanti e di provare a costruirsi un futuro. È intelligente, amante della sua famiglia e degli animali, buona, coraggiosa e con una capacità di autocontrollo invidiabile. Sono subito entrata in sintonia con lei.

✿ F ✿

FATO: il fato non si è dimostrato amico della famiglia di Annaleigh: tutto è iniziato con la perdita dell’amata madre, morta di parto. Subito dopo è toccato alla primogenita Ava, uccisa da un male incurabile. La terza è stata Octavia, morta un anno esatto dopo Ava, a causa di un incidente. Poi Elizabeth, che si è tolta la vita perchè non ha retto il dolore devastante delle perdite precedenti. La morte, non ancora soddisfatta, ha reclamato anche Eulaile, la più bella e solare di tutte le sorelle. Era la quarta figlia dei Thaumas, ed è stata ritrovata dopo essere caduta da una scogliera. La trama comincia con questa tragedia.

FUNERALE: il romanzo si apre proprio con il funerale della quartogenita Eulaile, decretando il clima tetro e oscuro che seguirà tutto il romanzo.

✿ G ✿

GELOSIA: è uno dei sentimenti presenti nel romanzo.

✿ H ✿

HIGHMOOR: leggendo il libro vi perderete, insieme alla protagonista, negli immensi corridoi e nelle ampie stanze della dimora dei Thaumas. Una residenza situata tra le imponenti e rocciose scogliere di Salten, un’ambientazione suggestiva e sicuramente ispirata alle scogliere irlandesi.

HORROR: nel romanzo c’è un pizzico di horror che, ogni tanto, vi farà venire i brividi.

✿ I ✿

ISOLA: la location principale è l’sola di Salten, un luogo situato nella regione di Arcannia e circondato dal mar Kaleico. Il padre di Annaleigh è il sovraintendente del territorio. Gli isolani sono rispettosi delle loro tradizioni legate al mare, cultura che impareremo a conoscere tra le pagine del romanzo.

✿ L ✿

LACRIME: per la lettera L non potevo non scegliere il termine lacrime. Lacrime versate per il futuro che non potrà più verificarsi, per i momenti che non torneranno, le risate che non si sentiranno più, per le cose non dette, i volti che si vedranno solo più in sogno, per gli abbracci mancati, per gli amori spezzati, e per i ricordi belli quanto dolorosi. Lacrime di sfogo, paura, sconforto, disperazione e rassegnazione.

✿ M ✿

MALEDIZIONE: da dodici sorelle sono rimaste in otto e, da sei anni a questa pare, nulla sembra andare per il verso giusto ad Highmoor. La popolazione dell’isola inizia a vociferare, a credere che le sorelle siano state colpite da una maledizione e a fare segni contro il malocchio quando le incontrano. Tutti si chiedono quale sarà la prossima a fare una fine tragica, e la famiglia stessa comincia a credere che non toglierà mai i colori del lutto, che portano da troppi anni. Le ragazze, nonostante la loro bellezza e intelligenza, non vengono considerate dai loro coetanei, che hanno paura di essere coinvolti nella loro maledizione. Ma…la famiglia Thaumas è davvero maledetta? O c’è qualcuno che vuole morte tutte le donne della famiglia?

MISTERO: l’intera storia si aggira tra il paranormale e il fantasy, il tutto circondato da una buona dose di mistero. Per certi versi assomiglia a Caravl, perché in alcuni momenti non riesci a riconoscere la finzione dalla realtà e continui a leggere per capire cosa c’è sotto.

✿ N ✿

NARRAZIONE: è narrato in prima persona, seguiamo l’intera storia attraverso gli occhi della protagonista Annaleigh.

✿ O ✿

OSCURITA’: tutto inizia da Verity, la minore delle sorelle Thaumas, che confesserà ad Annaleigh di vedere i fantasmi delle loro sorelle decedute. Da quel momento anche la protagonista comincerà a fare oscuri incontri e incubi strani. Suggestione o realtà? Follia o sortilegio? L’atmosfera oscura è inquietante e mi ha causato qualche brividino.

✿ P ✿

PAURA: per la P ho scelto il termine paura, sentimento provato spesso dalla protagonista e palpabile tra le righe del romanzo. Tranquilli, non è una lettura che sconsiglio ai deboli di cuore, anzi crea una piacevole suspense. Se siete paurosi, vi consiglio di leggerlo di giorno e non avrete alcun problema.

✿ Q ✿

QUESTIONI: tutte le domande e le questioni troveranno risposte durante la lettura, nulla verrà lasciato irrisolto. (Anche se spero ci sia uno spiraglio per un eventuale seguito)

✿ R ✿

RIMORSO: sentimento provato da molti personaggi, che pensano di non aver fatto abbastanza per impedire determinati eventi.

✿ S ✿

SORELLE: i personaggi più importanti del romanzo. Sono tante e inizialmente si può fare un po’ di confusione, soprattutto con i vari nomi.
Ava: la primogenita, scomparsa per una malattia.
Octavia: ragazza curiosa e goffa, morta proprio per una sua disattenzione.
Elizabeth: morta suicida nella vasca da bagno.
Camille: futura governatrice dell’isola, perché prima figlia della famiglia Thaumas ad essere in vita. Ha 10 mesi in più di Annaleigh e le due sono migliori amiche.
Annaleigh: la nostra protagonista.
Rosalie, Ligieia, Lenore: le tre gemelle di casa Thaumas, vivono praticamente in simbiosi da quando sono nate, amano i bei vestiti e gli accessori.
Honor, Mercy e Verity: sono le tre sorelle minori, vengono chiamate le Grazie: dispettose monelle, che amano giocare per la casa, anche quando dovrebbero dormire.

✿ T ✿

TRAMA: La casa di sale e lacrime è il primo romanzo scritto da Erin A. Craig. Non potevo immaginare che fosse un romanzo d’esordio, ha una trama molto avvincente e ben sviluppata.

✿ U ✿

USI E COSTUMI: durante la storia verremo a conoscenza di ogni usanza degli Uomini del Sale, dai loro riti religiosi alla loro moda momentanea.

✿ V ✿

VERITA’: la protagonista è tormentata dalla morte di sua sorella Eulalie. Per le altre morti c’era stata una spiegazione logica, ma questa volta? Cosa è successo alla bellissima Eulalie? Si tratta davvero di un incidente? O qualcuno ha causato volutamente la sua morte? Ma per quale motivo? Aveva forse scoperto qualcosa che non doveva? Una cosa è certa, non può essersi suicidata. I dubbi costringono Annaleigh a cercare ogni indizio che conduca alla verità sulla tragica fine di sua sorella, e le prime tracce portano a un giovane spasimante. Sarà stato lui? Cosa sta succedendo sull’isola?

✿ ✿

Qui sotto vi lascio le altre tappe del blog tour e i profili che partecipano all’evento insieme a me

1 – Paper Purrr

2 – Catillbooks

3 – In punta di carta

4 – Io resto qui a leggere

5 – Il confine dei libri

6 – Appunti di Zelda

7 – La collezionista di fandom

8 – Me and books

9 – La libreria incantata di Selene

10 – Sfumature e sogni d’inchiostro

11 – Cronache di lettrici accanite

Erin A. Craig: autrice di bestseller del New York Times, La casa di Sale e Lacrime, ha sempre amato raccontare storie.Dopo averla ottenuta B.F.A. dell’Università del Michigan, in Progettazione e produzione teatrale, ha diretto opere tragiche con gobbo, sedute e pagliacci omicidi, poi ha deciso di voler scrivere libri altrettanto inquietanti.Avida lettrice, decente ricamatrice, appassionata di basket e collezionista di macchine da scrivere, Erin vive nel Michigan con suo marito e sua figlia.Il suo secondo romanzo, Small Favors, pubblicherà nel 2021 con Delacorte Press.

Un pensiero riguardo “La casa di sale e lacrime – Blog Tour: l’opera dalla A alla Z

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...