Pubblicato in: Libri, Mondadori, Review Party

Gideon. La nona – Review Party

Buonasera lettori,
sono tornata a parlarvi di Gideon. La nona, uno dei nuovi romanzi editi Mondadori.

Vi ho già presentato i personaggi principali del libro e oggi vi esporrò il mio parere generale sul libro. Se vi foste persi la tappa del Blog Tour sui personaggi, potete recuperarla cliccando QUI.

Facciamo un brevissimo ripasso: Gideon La nona è il romanzo d’esordio di Tamsyn Muir, ed è il primo volume di una trilogia che fonde fantascienza, fantasy, gothic thriller e mistery. È uno dei romanzi più strani ed eccentrici che abbia mai letto, tantoché mi risulta difficile collocarlo in un genere letterario specifico.

Per ora l’autrice ha pubblicato due dei romanzi che compongono The Locked Tomb Trilogy:
1 Gideon the Ninth – Gideon. La nona (Mondadori 17/11/2020)
2 Harrow the Ninth (ancora inedito in Italia)
3 Alecto the Ninth (in fase di scrittura)

L’evento a cui sto partecipando è composto da un Blog Tour + Review Party ed è stato organizzato da Alessandra di @alessandra_nekkina93_72 in collaborazione con Mondadori; è iniziato l’11 novembre e terminerà dopodomani. Alla fine dell’articolo vi lascio tutti i Blog che partecipano insieme a me.

Ci tengo a ringraziare nuovamente Alessandra e la Mondadori per la bellissima opportunità.

Titolo: Gideon. La nona

Autore: Tamsyn Muir 

Editore: Mondadori

Collana: Oscar Fantastica

N.Pagine: 456

Genere: Fantascienza, Fantasy

Trama


L’imperatore ha bisogno di negromanti. Il nono negromante ha bisogno di una spadaccina. Gideon ha una spada, non ne può più di tutta quella robaccia da non morti in mezzo a cui è cresciuta e vorrebbe sfuggire al destino che la attende: una vita come servitrice e un post-vita come corpo rianimato. E così si prepara a fuggire. Ma la sua nemesi non la lascerà libera senza chiedere qualcosa in cambio…


Quando Alessandra mi ha proposto di partecipare a questo evento, non avrei mai pensato di trovare una lettura così particolare. Il primo volume della The Locked Tomb Trilogy non è adatto a tutti e io personalmente non ho mai letto nulla di simile.

Cosa ne penso

Ci troviamo in un universo simile al nostro, ma ormai ampiamente colonizzato, in cui esistono nove antiche casate, ubicate in altrettanti pianeti; ognuna delle Case è governata da una Famiglia regnante e\o da Eredi specializzati in una determinata branca della negromanzia: alcuni possono parlare con gli spiriti, altri possono sifonare l’anima dal corpo, altri ancora possono trasformare i corpi in bombe e così via.
I componenti delle antiche Famiglie regnanti stanno andando incontro ad un lento deperimento, soprattutto i giovani sono soggetti a malattie, o muoiono a causa di guerre e conflitti.
Ogni casa ha un teschio come simbolo, ed ogni capitolo inizierà con la rappresentazione di un cranio particolare:

Il romanzo si apre nella Nona Casa, qui conosciamo la protagonista/antieroina Gideon: un’orfana dal passato sconosciuto e dall’infanzia infelice, che è stata adottata e resa schiava del sistema dalla Nona Casa. Quando era ancora piccolissima, una malattia ha decimato gli altri bambini, facendo crescere Gideon circondata da scheletri viventi (riportati in vita dalla negromanzia), anziani insopportabili e con un’unica coetanea, nonché la sua peggior nemica di sempre. La protagonista cerca di scappare da quando ha compiuto 4 anni, perché vorrebbe far parte della Corte (esercito imperiale) e diventare una vera combattente. Ogni suo tentativo di fuga, però, è sempre stato smontato e interrotto da Harrowhark, la Reverenda Figlia ed erede reggente della Nona Casa.

Harrowhark e Gideon si odiano da sempre, sono rivali e si ammazzerebbero molto volentieri, ma quando la Reverenda Figlia viene convocata dall’Imperatore per partecipare ad una competizione per conquistarsi un posto da Littrice (carica prestigiosa e molto ambita, che conferisce grandi poteri ed immortalità), Harrow è costretta a scegliere Gideon come accompagnatrice e sua Prima Paladina. Gideon, dal canto suo, accetta la nomina perché sembra essere l’unico modo per scappare dalla prigionia eterna della Nona Casa.

Ciascun negromante dovrà presentarsi nella Prima Casa, insieme al proprio Paladino, per sostenere delle prove difficilissime e meritarsi il titolo di Littore; soltanto che la competizione non è lineare e chiara, le prove sono oscure e la sede in cui si svolge la sfida, appare insidiosa e infestata. I vari partecipanti inizieranno a sparire, per poi essere trovati come cadaveri. La situazione per le due ragazze della Nona Casa inizierà a mettersi male e costringerà Harrow e Gideon a collaborare e conoscersi meglio, diventando amiche-nemiche, pronte a morire l’una per l’altra.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 7d18b2e209a0d7996e016bf8cc980316_original.png

Gideon è una protagonista anticonvenzionale: è volgare, egoista, ha sempre una risposta tagliente e maleducata, ma sotto sotto nasconde un grande cuore; lei, insieme agli altri personaggi sono stati la parte meglio caratterizzata del romanzo, e vi invito a recuperare il mio approfondimento (QUI).

I miei sentimenti per questo romanzo sono altalenanti e contrastanti: da una parte mi sono affezionata ai personaggi e ho amato la narrazione ironica, dall’altra ho trovato le ambientazioni insufficienti, il ritmo pesante e a volte noioso.
L’inizio del romanzo è confusionario e le prime pagine sono soporifere, l’unico lato positivo è la protagonista, che stravolge ogni idea razionale e convenzionale di ”eroe”.
Per la maggior parte della prima parte, il romanzo è confusionario, lento e non sono riuscita a capire dove volesse arrivare l’autrice; fortunatamente, con il torneo le cose cambiano, il ritmo migliora e il romanzo diventa avvincente.
Iniziamo a conoscere anche i personaggi secondari e le altre otto case, con le loro tradizioni e poteri negromantici, tutti originali e diversi tra loro: ad esempio, la nostra Harrow è in grado di risvegliare e comandare gli scheletri.

L’humor aumenta come un climax per tutto il romanzo, l’autrice ha una capacità unica nel far sorridere il lettore in momenti davvero particolari e macabri. Il sarcasmo che usa è davvero sorprendente, le battute sono grottesche e spesso improvvise, ma potrebbero non piacere a tutti.

Una caratteristica che ha fatto perdere alcuni punti al romanzo è stato il worldbuilding poco delineato, mi è dispiaciuto molto, perché in un romanzo simile le ambientazioni dovrebbero essere un punto di forza, e sicuramente avrebbero reso l’inizio più cristallino e meno caotico.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 7d18b2e209a0d7996e016bf8cc980316_original.png

Il finale è qualcosa di devastante ed inaspettato, sinceramente non so come la storia potrà continuare per altri due volumi e sono curiosissima di leggere i prossimi libri.


Gideon. La nona non è un romanzo che piacerà a tutti, ma è una lettura irriverente e tormentosa, cruda e sarcastica, oscura ma sorprendente e lo consiglio a coloro che vogliono leggere un libro diverso, con una storia originale, piena di negromanzia e scheletri pazzerelli.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 7d18b2e209a0d7996e016bf8cc980316_original.png

Cari amici, l’evento non finisce qui ed eccovi tutti i blog e le date delle altre ragazze che partecipano all’evento insieme a me:

Andre Iread

Vivo Attraverso i Libri

Sfumature e Sogni d’Inchiostro

Semplicemente leggo

Giulia books

Alessandra Nekkina (organizzatrice)

Debora Mayfair

La libreria di Ophelia

Onmybookcases 

Gioschiatty

Fangirlinthelibrary

✧༺★༻✧

Tamsyn Muir è autrice di horror, fantasy e fantascienza. I suoi racconti hanno ricevuto nomination per i premi Nebula, Shirley Jackson, World Fantasy e Eugie Foster Memorial. Neozelandese, ha trascorso la maggior parte della vita a Howick, in Nuova Zelanda, trasferendosi per breve tempo a Waiuku e Wellington. Attualmente vive e lavora a Oxford, nel Regno Unito. Gideon la Nona è il suo primo romanzo seguito, nel 2020, da Harrow la Nona.

Un pensiero riguardo “Gideon. La nona – Review Party

  1. Ciao 🙂
    Bellissima recensione.
    Purtroppo l’inizio è lento, è vero. Però poi prosegue con il botto. La fine non ne parliamo, che sinceramente ho pianto.
    Sono molto curiosa dei seguiti.
    (AlessandraNekkina9372)

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...